E’ noto quanto sia stretto il legame tra i cani e i propri padroni e soprattutto quanto i primi traggano dagli ultimi.

Un esempio importante a questo proposito è stato fornito dalla signora Tricia Montgomery e dal suo cane Louie, entrambi con problemi legati al peso. Il medico della signora ha provveduto a metterla in guardia su quali fossero i rischi a cui sarebbe andata incontro se non fosse riuscita a perdere peso e a recuperare la forma fisica appropriata. Lo stesso discorso poteva essere fatto per il suo amico a quattro zampe. Tricia ha deciso quindi di iniziare un percorso per ritrovare la propria salute e ha deciso di affrontarlo proprio con il suo cane. Entrambi hanno iniziato a mangiare in modo salutare e attento e, soprattutto, ad effettuare in modo costante una buona attività fisica. Tutto ciò è andato avanti per un po’ di tempo, fino a diventare la base per un’idea rivoluzionaria. La signora Tricia e il suo cane Louie hanno fondato il K9 Fit Club.

 

Di cosa si tratta?
In un vecchio fienile, opportunamente ristrutturato e reso accogliente, sono stati posizionati attrezzi ginnici, non solo per gli uomini ma anche per i loro amici a quattro zampe: insomma, una palestra per persone e per animali.
E’ stato riscontrato, infatti, che la vicinanza di un cane al suo padrone funziona da incoraggiamento, da stimolo aggiuntivo per quest’ultimo a raggiungere un obiettivo. Molto spesso, come nel caso della signora Tricia, ne ha tratto giovamento anche il suo cane, che soffriva anch’egli di obesità.
Nella palestra sono stati assunti dei particolari personal trainer che sono in grado di seguire le attività sia delle persone sia dei loro amici. Sono stati, inoltre, introdotti dei programmi utili a creare rapporti più stretti tra il cane ed il proprio padrone, al fine di rendere più piacevole il percorso all’interno della palestra ma anche fuori nella vita di ogni giorno.
L’innovazione, come spesso capita, è partita dall’America ad opera di una donna e del suo cane che hanno fatto di necessità virtù.
Vedremo delle novità anche in Italia? Speriamo in un esito positivo.