Partire da Milano in bicicletta e raggiungere Siviglia percorrendo 2200 km. Non per sport, non per divertimento, non per un pellegrinaggio, ma per protestare contro il maltrattamento degli animali.
E’ l’impresa che 3 amici animalisti si apprestano a compiere, un viaggio in 12 tappe che attraverserà Italia, Francia e Spagna.
La partenza è prevista per il 4 agosto dal palazzo della Provincia di Milano; il percorso toccherà alcuni luoghi simbolici, primo tra tutti i giardini che in passato ospitavano lo zoo municipale di Milano, per poi avviarsi verso la Francia passando da Torino (11 agosto) ed approdare in Spagna all’altezza di Barcellona, fino alla meta finale a Siviglia (arrivo il 22 agosto).

Ribattezzata “Bike for Pets”, l’iniziativa ha lo scopo di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sui maltrattamenti nei confronti degli animali che avvengono nella nazione iberica. La protesta riguarda in particolare le sofferenze subite dai tori nel corso delle corride, ancora oggi ampiamente diffuse in Spagna, e dai cani detenuti nelle “perreras” spagnole, canili-lager che raccolgono cani randagi o abbandonati dagli stessi proprietari e che, in assenza di richieste di adozione, provvedono a “liberarsene” dopo una decina di giorni. Proprio alcuni di questi cani, inoltre, avranno la fortuna di essere liberati dai 3 ciclisti e portati in Italia, dove potranno trovare una nuova famiglia ed un nuovo futuro.

Lungo il percorso, i protagonisti di questa avventura potranno contare sull’appoggio delle associazioni animaliste locali, che si spera partecipino in massa; durante il viaggio in Italia e in Francia ed una volta in Spagna verranno infatte organizzate manifestazioni di protesta e sit-in nelle piazze o, se sarà possibile farlo senza rischi eccessivi, davanti alle arene ed alle perreras stesse, manifestazioni per le quali sarà indispensabile la partecipazione dei volontari locali.
Altrettanto benvenuto, naturalmente, il supporto anche solo morale di tutti noi: basta collegarsi alla pagina Facebook o al sito internet dell’iniziativa per seguire il percorso tappa dopo tappa, per trovare maggiori informazioni sulle corride e sulle perreras, per lasciare un messaggio e, se si può e si vuole, per offrire supporto alle manifestazioni locali o per fare una donazione a sostegno dell’iniziativa.