Nonostante ad una prima occhiata possano sembrare praticamente identici, c’è molta differenza tra i vari prodotti alimentari per cani presenti sul mercato.

In un negozio per animali o anche in comune supermercato, si trovano una quantità infinita di prodotti più o meno pubblicizzati e dai prezzi assolutamente variabili. Il mercato offre alimenti biologici, ovvero che escludono l’uso di prodotti geneticamente modificati o di additivi di origine chimica, e alimenti olistici, che sono invece integrati con pro-biotici o sostanze che permettono di prevenire malattie come dermatiti, allergie e disfunzioni ai reni o al fegato. Innanzitutto cominciamo a distinguere il cibo per cani in due grosse tipologie: il cibo secco e quello umido. Il primo risulta sicuramente il più completo e funzionale. Si conserva facilmente in luoghi asciutti e, soprattutto quando il nostro animale è un po’ sovrappeso, permette un dosaggio più corretto. I bocconcini umidi invece sono sicuramente più gustosi ed appetitosi, però una volta aperti vanno consumati entro un paio di giorni e devono essere comunque riposti in frigorifero. Gli alimenti secchi si dividono in due grosse categorie: quelli completi ed i complementari. I primi contengono tutte le sostanze nutritive, bilanciate in modo ottimale, di cui il cane può aver bisogno e quindi potrebbe anche non mangiare altro. Al contrario gli alimenti complementari non sono sufficienti in una corretta alimentazione, in quanto deficitano o di proteine o di carboidrati, per cui dovranno essere solo una integrazione. Infine gli alimenti completi vanno dalla qualità Super Premium a quella economica. Gli ultimi hanno come elemento base i cereali e sottoprodotti di origine animale e contengono antiossidanti di natura chimica. Al contrario i Super Premium contengono solo materiale di prima scelta, carni e vegetali adatti all’uso umano e sono arricchiti con uova, vitamine e sali minerali. Usando alimenti di qualità superiore, dopo poche settimane, si notano netti miglioramenti nella lucidità del pelo, nel tono muscolare e nel vigore della dentatura, per cui il consiglio è certamente quello di non risparmiare eccessivamente sull’alimentazione del proprio animale domestico.