La mente è una macchina affascinante, anche quella dei pets! Ma cosa sognano gli animali domestici? Alcuni studi svolti in passato sui gatti dimostrarono che questi felini, mentre dormono, si muovono in modo molto simile ai sonnambuli, simulando quel che avveniva nella realtà come, ad esempio, catturare una preda.

Furono condotte ricerche simili anche sui cani e il risultato fu identico: anche Fido, mentre sogna, esegue una serie di gesti analoghi al gatto, e cioè contrae i baffi, le zampe tremano e il suo respiro è irregolare.

 

La scoperta sensazionale, però, non riguarda la capacità di sognare degli animali, ma quella di vivere in sogno esperienze passate. Matthew Wilson, neuroscenziato del MIT, Picower Institute for Learning and Memory di Boston ha scoperto che, per questo aspetto, esseri umani e animali non sono poi così diversi. Quando un uomo dorme ricorda in sogno le esperienze vissute e questo avviene anche nella mente degli animali, poiché l’ippocampo è cablato in modo molto simile in quasi tutti i vertebrati ed i mammiferi.

Sia gli animali domestici sia le persone attraversano diverse fasi durante il sonno: si passa dalle “onde lente” allo stadio REM, durante il quale i sogni durano più a lungo e si rivivono episodi accaduti settimane, mesi e perfino anni indietro nel passato.

Lo stadio REM ha una durata di circa 90 minuti nelle persone e 25 nei gatti. Per quanto riguarda i cani, invece, la lunghezza dei sogni varia a seconda della loro dimensione fisica.

Stanley Coren, professore di psicologia e ricercatore neuropsicologico, noto al pubblico per le ricerche effettuate sul comportamento del cane, ha, infatti, dimostrato che i cani di grossa stazza sognano di più ed i loro sogni hanno una durata maggiore.

 

Alessandra Bottaini