Nell’ottica di un tenore di vita più sostenibile, alcune persone hanno deciso di creare un proprio spazio, anche in città, dove prendersi cura ed allevare dei polli. Quali sono le informazioni da sapere per poter tentare l’impresa?

 

Le galline sono tra i pochi animali da fattoria che vivono senza particolari problemi in un ambiente urbano, adattandosi piuttosto bene anche a pochi metri quadri. L’importante è non sovrappopolarli con un numero eccessivo di esemplari!
E’ comunque indispensabile valutare a priori, prima di lanciarsi in questa avventura, se si hanno il tempo e lo spazio necessari per prendersi cura di questi animali nel modo più intelligente. Una volta certi di poter dedicare almeno una decina di minuti al giorno alle vostre bestiole è comunque opportuno contattare il comune di riferimento, per certificare la legalità dei vostri propositi.

 

Concluse tutte le operazioni preliminari, risulta assolutamente necessario allestire uno spazio adatto ai polli, magari sul terrazzo o se si è particolarmente fortunati, nel giardino di proprietà.
Per provvedere alle necessità dei vostri animali, sono presenti sul mercato delle gabbie apposite, in materiale plastico, per ricreare una parte dedicata alla cova ed un’altra in cui raccogliere le feci in un comodo cassetto da svuotare di volta in volta.

 

Pur trattandosi di un allevamento non particolarmente complicato da gestire, occorrono costanza ed un minimo di buona volontà.

 

Nei negozi specializzati, affidatevi a qualche suggerimento per rifornirvi del mangime più adatto per la specie di pollame che avete scelto di allevare; per coloro che non amano sprecare il cibo, è possibile anche nutrire le galline sfruttando gli avanzi dei propri pasti, purché siano indicati e non dannosi per loro.
Se si ha voglia ed energie da dedicare a piccoli ma utili miglioramenti, avere a disposizione un giardino o un parco nelle vicinanze permette di raccogliere foglie secche con cui “arredare” il pollaio, così da costruire per gli animali un ambiente più “naturale”.