La scelta di un pet-sitter è certamente molto difficile poichè non potrete essere presenti per verificare il loro lavoro. È dunque importante scegliere una persona di fiducia che abbia numerose referenze positive. Ecco alcuni consigli.

Una vacanza o un viaggio di lavoro risultano essere sicuramente più rilassanti e produttivi quando sapete che una persona responsabile accudirà gli animaletti di casa in vostra assenza. Se l’occasione si presenterà, avrete tre opzioni tra cui scegliere:

• Chiedere ad un membro di famiglia, un amico o un vicino;
• Rivolgersi ad un rifugio o clinica veterinaria;
• Assumere un pet-sitter professionale

Molti pet-sitter professionali non si limitano a fornire acqua e cibo, ma passano anche del tempo con il vostro animaletto, gli fanno fare movimento e sanno capire se necessita di cure veterinarie. Pertanto, è fondamentale chiedere informazioni specifiche riguardo il servizio che offrono.

Tuttavia, solo perchè una persona si definisce pet-sitter non significa che abbia le qualità necessarie. Vi proponiamo qui un questionario utile alla vostra ricerca. Il colloquio può essere fatto per telefono o di persona (quest’ultima opzione è preferibile).

Ecco le otto semplici regole per scegliere un pet-sitter:

1. Quali servizi comprende lo stipendio e come intende prendersi cura dell’animale?
2. Quanto tempo passerà con il vostro animaletto? Potrà fargli visita ed accudirlo quotidianamente? Che genere di attività offrirà al vostro animaletto?
3. Il pet-sitter ha un contratto che dichiara i suoi diritti e doveri?
4. Siete assicurati contro furto o danneggiamento di beni materiali?
5. Il pet-sitter può presentarvi referenze che potete verificare? Informatevi sul grado di soddisfazione delle stesse.
6. Quale tipo di animali ha accudito in precedenza, per quanto tempo e quanto spesso?
7. Ha un collaboratore fidato a cui rivolgersi in caso fosse impossibilitato a lavorare?
8. Come si comporterebbe in caso di emergenza domestica o veterinaria?

Durante il colloquio con il candidato osservate come tratta il vostro animaletto e quanto a suo agio quest’ultimo sia nelle prossimità del potenziale pet-sitter. Ricordate che un po’ di ansia da parte di entrambi è normale, specialmente se il vostro animaletto ha paura degli estranei. Il candidato dovrà dimostrarsi gentile, ma sicuro e chiaramente in grado di controllare il vostro animaletto se necessario.

Un ultimo consiglio: se avete un vicino di casa di cui vi fidate, potreste lasciare loro una copia della chiave di casa e un numero per contattarvi. In questo modo potreste assicurarvi che il pet-sitter stia svolgendo le proprie mansioni. È bene informare il pet-sitter che un vicino potrebbe entrare in casa e fornirgli il numero di telefono dello stesso.