Cavie, conigli, criceti, topolini.. Il terremoto dell’EMILIA del 2012 ha levato la casa anche a loro.
Sono stati salvati da una persona di cuore che però, non sapendo come gestirli, li ha lasciati riprodurre. Ora sono tanti, davvero tanti, in spazi troppo stretti.
Cerchiamo per loro ospitalità temporanee e adozioni, anche in altre regioni.